CALCIO: Intervista al Bomber dell’Acri Paolo Gallo

3,824 Visite totali, 1 visite odierne

di Marcello GENCARELLI
Diciannove gol segnati, capocannoniere con l’Acri per la seconda volta. Questo il bottino di Paolo Gallo, bomber indiscusso di questa stagione, già traghettatore con i  suoi 17 gol dell’Acri in D nella stagione 2010-2011. Due stagioni a Rende, poi il ritorno, in rossonero. Diciannove  i gol segnati quest’anno che lo consacrano beniamino dei tifosi acresi e  capocannoniere del campionato di eccellenza.
« Sono soddisfatto perché per la seconda volta sono stato capocannoniere con l’Acri – ha commentato Gallo – Una bella soddisfazione  anche se allora vincemmo il campionato e  fu una soddisfazione doppia ».
Tra i 19 gol segnati qual’ è stato il più bello, qual’ è stato invece il più importante?
« Il più importante quello nei minuti finali contro il Roccella, il più bello, non so, i miei gol in genere non sono molto belli. Forse quello contro il Sambiase in casa ».
Soddisfatto anche per il campionato dell’Acri?
«Sicuramente anche se in questa stagione, dobbiamo ammettere che avremo potuto fare qualcosa di più. Quanto meno avremo potuto raggiungere i play off, anche perché la squadra era pronta per disputarli. E’ stato un campionato comunque soddisfacente, ci siamo salvati con cinque giornate di anticipo».
La tifoseria?
« Acri, cosi come ho detto più volte, ha una tifoseria che merita ben altre categorie. I nostri tifosi sono stati sempre presenti, sia in casa che in trasferta. Basta pensare che anche all’ultima giornata a Castrovillari, quando eravamo fuori da ogni gioco, loro erano presenti in quaranta e ci hanno sostenuto per tutti i novanta minuti. A loro dobbiamo dire grazie per quello che hanno fatto e per quello che continueranno a fare anche in futuro.».
A proposito di futuro, rimarrai ad Acri?
«La società pare intenzionata  a confermarmi, io voglio soltanto capire quelli che sono i programmi per la prossima stagione. Spero che si punti ad un campionato ambizioso».
La società potrebbe confermare il gruppo di quest’anno?
«Visti  i risultati di questa stagione,a mio avviso, la cosa migliore sarebbe quella di partire dal gruppo attuale puntellandolo magari con due o tre innesti. Poi saranno loro a decidere».
E per quanto riguarda mister Pascuzzo?
«Mister Pascuzzo è una grande persona ed un grande allenatore. Mi auguro per lui che la società lo confermi. I risultati ottenuti da lui sono sotto gli occhi di tutti, poi non lo so, sono valutazioni che dovrà fare la dirigenza».
Gallo capocannoniere, Pascuzzo tecnico emergente ma Marano grande sorpresa (o conferma) di questa stagione.
«Andrea ha delle qualità che con l’eccellenza c’entrano poco. Io lo conoscevo già, perché abbiamo giocato insieme nella primavera della Reggina. Con lui c’è stata un’ ottima intesa cosi come anche con Marcello Provenzano, col quale al di la di quello che diceva qualcuno abbiamo dimostrato di poter giocare insieme. Lo abbiamo fatto quest’anno, risultando il quarto migliore attacco della stagione e lo avevamo fatto già tre anni fa, nella stagione in cui abbiamo vinto il campionato ».
fonte : Il Quotidiano della Calabria

Lascia un commento

1
Ciao. Come posso esserti utile?
Powered by