Santa Sofia solidale con ospedale Beato Angelo di Acri: parte la raccolta fondi

 1,213 total views,  1 views today

Donare un ventilatore polmonare all’ospedale di Acri è l’obiettivo dell’amministrazione comunale di Santa Sofia. Ma tutti possono contribuire, basta fare una donazione cliccando su questo link

https://www.gofundme.com/f/q6cwk-acquisto-ventilatore-polmonare-santa-sofia-d039epiro

La consigliera sofiota Nunzia Spagnuolo spiega la valenza di questa nobile iniziativa:”Cari concittadini, stiamo attraversando un periodo difficilissimo, mai e poi mai avremmo potuto immaginare di trovarci in una condizione simile. Ad ogni modo deve continuare a crescere in ognuno di noi un senso di responsabilità tale da contribuire alla lotta contro il coronavirus. Colgo l`occasione nel ringraziare tutta la nostra comunità che si sta comportando in maniera impeccabile nel seguire tutti gli accorgimenti necessari del caso per evitare la diffusione del virus, inoltre un doveroso ringraziamento voglio farlo a tutti i titolari di attività commerciali che con enorme sacrificio stanno garantendo a tutti noi i servizi essenziali, cosi come vanno ringraziato medici , infermieri E personale sanitario impegnati in prima linea a combattere per noi tutti i giorni. Per onorare tutti i loro sacrifici, vi chiedo un ulteriore sforzo, è volontà da parte della nostra amministrazione quella di acquistare un ventilatore polmonare che sarà donato ad una delle strutture sanitarie della provincia di Cosenza che ne avrà necessità. Il nostro augurio è quello di donare il ventilatore all’ospedale di Acri , ciò significherebbe che le autorità preposte avrebbero preso in considerazione le istanze già presentate da questa amministrazione circa una messa in funzione dell’ospedale di Acri per fronteggiare l’emergenza coronavirus, presidio ospedalieri tra i piu vicini al nostro paese. Detto ciò vi invito dal profondo del mio cuore ad effettuare donazioni per aiutarci ad acquistare il ventilatore polmonare, dimostrando ancora una volta la bontà, la sensibilità e la grandezza della nostra comunità.

Commenta con Facebook