• Mar. Gen 18th, 2022

OPINIONE: Tutto da rifare

Bythis is acri

Nov 10, 2015

 3,278 total views,  1 views today

SI CONTINUA A NON FARE CHIAREZZA SUI TRIBUTI!
Lo diciamo da mesi, e lo ribadiamo adesso, le bollette della TARES 2013 e della TARI 2014, SONO DA RIFARE.Vediamo di fare un po’ di chiarezza, visto che quelli che fanno confusione e disinformazione sono proprio i nostri amministratori, a cominciare dal sindaco Tenuta!Le nostre considerazioni si basano sui dati ISTAT, e sulle delibere di consiglio riguardanti l’approvazione delle tariffe TARES eTARI (delibere n. 50/2013,n.34/2014,36/2015). Per le sole utenze domestiche, le tariffe TARES e TARI 2014,sono state calcolate su un numero di abitanti residenti, e sottolineiamo residenti, pari a circa 18.850, corrispondenti a 6.792 nuclei familiari. Ma i dati ISTAT, per gli stessi anni, indicano un numero di abitanti residenti superiore ai 21.000, con oltre 8.800 famiglie. A riprova di ciò, nella tabella comunale della TARI 2015, risultano un numero di abitanti residenti pari a 21.258. Mancano al conteggio circa 2400 abitanti, pari, in media,a 1.200 nuclei familiari (di 2 componenti).Significa che il calcolo delle tariffe è stato effettuato su circa 18.800 abitanti, ma a pagare sono sempre 21.250, da cui risulta un indebito incasso per il Comune di oltre 300.000 €. Tutto questo senza considerare gli innumerevoli errori sulle superfici catastali, e sui componenti dei nuclei familiari nella bollettazione. Dal piano finanziario, TARI 2015, la definizione delle utenze domestiche: “Le utenze domestiche sono suddivise in SEI categorie in relazione al numero degli occupanti e sono costituiti soltanto dalle abitazioni familiari;”.
Le utenze non domestiche presentano errori ancora maggiori. Infatti, non esiste un’anagrafe aggiornata delle utenze commerciali e non. Ad esempio, in tutte le delibere risultano 3 banche, mentre in realtà ve ne sono 4!
Parliamo del famoso risparmio per il Comune grazie alla raccolta differenziata. Dal piano finanziario della TARI 2015, risulta un costo totale del servizio pari ad € 2.544.373,00, quindi con un risparmio, rispetto al 2014, del 15% in meno. Se poi consideriamo i 198 mila euro (costi reimputati),da portare a bilancio nel 2016, il risparmio scende a solo l’8%, COMPLIMENTI!
Relativamente alla TARI 2015, il sindaco Tenuta deve spiegare alla cittadinanza, come mai esistono delle discrepanze tra il piano finanziario 2015 e le tariffe applicate (allegato B), che invece devono necessariamente coincidere.
Le scadenze per il pagamento della TARI 2015 sono il sono il 16 settembre (acconto) ed il 16 dicembre (saldo), ma l’Ufficio Tributi non ha comunicano nulla a tal proposito, cosicché il 16 dicembre ci sarà un salasso per le famiglie acresi!
Non ci si deve dimenticare del disservizio per la mancata raccolta, che per effetto dei regolamenti comunali,deve essere applicata la decurtazione dell’80% sul totale delle bollette TARES E TARI 2014. Volevamo, inoltre, sottolineare l’ennesima mancanza di rispetto del Sindaco verso la nostra associazione che ha avuto la sola “colpa” di evidenziare in più occasioni le discrepanze delle tariffe TARES e TARI, nonché i noti disservizi nella raccolta, ammessi in più occasioni dagli stessi componenti dell’amministrazione.Per la seconda volta in un consiglio comunale, il Sindaco ci ha definito una “pseudo associazione”, ed ha inoltre affermato che per far cessare la “disinformazione”, “leggeremo lo statuto” e se il caso “perseguiremo altre vie”. Per queste parole dovrebbe solo vergognarsi e chiedere scusa a tutti componenti della Libera Associazione Cittadini Acresi, ed a tutti i cittadini di Acri! La colpa di tutti questi errori e solo di questa amministrazione. Lo ribadiamo con forza per l’ennesima volta, LE TASSE VANNO PAGATE, MA IL GIUSTO! Noi siamo sempre a disposizione di chiunque voglia dei chiarimenti. Non ci tiriamo indietro come invece fa questa amministrazione di fronte alle proprie responsabilità verso i cittadini.
Firmato: Libera Associazione Cittadini Acresi.

this is acri

This is Acri è un blog di informazione che raccoglie le principali notizie che interessano Acri e più in generale l'intero comprensorio. Per contattate la redazione thisisacri@gmail.com