Illuminazione pubblica ad Acri, Turano: «A Là Mucone alcune zone al buio»

ILLUMINAZIONE PUBBLICA LA MUCONE: tra le tante incompiute.

L’assenza di illuminazione pubblica su alcune contrade di La Mucone mi porta, ancora una volta, a sollecitare, dopo averlo già fatto attraverso una petizione popolare messa agli atti del consiglio comunale del 4 /12 /2018, l’amministrazione comunale e gli uffici preposti.

Da precisare che l’incompiuta sulla strada che collega Serricella a Conca San Martino non è stata ancora completata considerato che i lavori di ripristino dell’illuminazione pubblica sono stati risolti solo in località Serricella.
Bisogna ultimare l’intervento ed eliminare il disservizio presente fra le località di Canaletta e Conca San Martino per poter finalmente dire che l’incompiuta in questione sia stata definitivamente affrontata.

Sempre su San Martino, in direzione Scuva , persiste un altro disservizio ormai da anni per via di tre pali pericolanti senza lampioni.
Nella zona alta di Piano D’arnice, invece, mancano all’appello più o meno cinque punti luce, fondamentali per completare l’intero tratto, considerate anche le difficoltà di transito che si verificano nel periodo invernale.
È invece impensabile come la politica, in questi anni, abbia lasciato senza impianto e completamente al buio un centro abitato come Policaretto.

Una Contrada quella di Policaretto molto popolata, con la presenza di attività commerciali.

Visto e considerato che in piena campagna elettorale 2022, l’amministrazione comunale ha provveduto all’installazione di diversi punti luce, senza un criterio e una logica , il mio auspicio, in qualità di Consigliere comunale di Acri, è quello che, in questa nuova consiliatura, l’amministrazione sappia programmare gli interventi attraverso una visione chiara del territorio, una logica pubblica e una pianificazione territoriale.

Anche per l’illuminazione: SÌ alla pubblica utilità; NO alla luce elettorale!

this is acri

This is Acri è un blog di informazione che raccoglie le principali notizie che interessano Acri e più in generale l'intero comprensorio. Per contattate la redazione thisisacri@gmail.com