Un giro di valzer per dare un aiuto

2,142 Visite totali, 1 visite odierne

di Valentino COSCHIGNANO

Giorno 31 agosto, con inizio poco dopo le ore 21.00, presso l’Anfiteatro Comunale di Acri, si è tenuta la manifestazione un “Giro di Valzer per dare un aiuto”. Serata di solidarietà organizzata dall’associazione “Raggio di Sole” (Associazione di Genitori con Figli Disabili) con il patrocinio del Comune di Acri e in collaborazione con le scuole di ballo: Accademia Danza e Ballo For Life, Accademia Danza e Spettacolo Star Dance, A. S. D. Sara Dance e A. S. D. Team Sorvillo.
La manifestazione, oltre ad una raccolta fondi avvenuta con un contributo volontario e il cui ricavato sarà destinato ad attività di inclusione sociale delle persone con disabilità, ha perseguito i seguenti obiettivi: sensibilizzare la comunità locale alla tematica della disabilità; promuovere cultura della diversità; promuovere cultura della solidarietà e della cooperazione; incrementare, nella comunità locale ,l’inclusione sociale delle persone con disabilità.
Considerata l’inesperienza, è la prima volta che l’associazione organizza una manifestazione del genere, superati i dubbi e le perplessità iniziali e di percorso, a conclusione, soci e collaboratori esprimono la loro piena soddisfazione e, complessivamente, una valutazione positiva dell’intera manifestazione.
Pertanto, l’associazione ringrazia di cuore quanti hanno dato il loro contributo alla buona riuscita della manifestazione ed esprime un ringraziamento speciale all’Accademia Danza e Ballo For Life, all’Accademia Danza e Spettacolo Star Dance, all’A. S. D. Sara Dance e all’A. S. D. Team Sorvillo, come pure ai ballerini che con impegno, professionalità e serietà hanno contribuito, insieme alle loro famiglie alla realizzazione della manifestazione.
Un sincero e affettuoso ringraziamento anche a Fausto Sposato che ha presentato la serata, all’ASPA, all’Associazione Nazionale Carabinieri, all’ANGLAT per averci messo a disposizione la propria sede e i propri strumenti, a Raffaele Pignataro, che pur non in servizio ha garantito la sua disponibilità e presenza durante tutta la serata, all’Agenzia EVENTI IN, a quanti hanno dato il loro contributo economico, e a tutti coloro, soci volontari e non che hanno a loro modo contribuito alla buona riuscita della manifestazione.
Un ringraziamento a radio AKR per la costante attenzione alla tematica della disabilità, all’associazione e alle iniziative da questa promosse, ai corrispondenti locali di “Gazzetta del Sud”,” Il Quotidiano” e “Calabria Ora”.
Un ringraziamento a RAI 3 per la presenza, per le riprese effettuate e i servizi mandati in onda sulle proprie testate televisive e radio foniche, attenzione, che ha dato alla manifestazione, ma soprattutto al tema della disabilità, un valore aggiunto ulteriore.
In qualità di referente e presidente pro tempore dell’associazione “Raggio di Sole”, a conclusione di questa breve nota di ringraziamenti, non posso esimermi di rivolgere la mia attenzione a quanti, a margine della manifestazione, in luoghi pubblici e privati, come mi è stato purtroppo riferito, vanno diffamando e calunniando, oltre chi questa associazione cerca degnamente di rappresentarla, anche quel gruppo di famiglie che ha promosso, fondato e sostiene questa associazione, affermando che le risorse finanziarie anziché finire nella cassa dell’associazione vanno ad impinguare il conto corrente del presidente arrotondando cosi il suo stipendio.
A questi loschi personaggi voglio ricordare un proverbio che la mia nonna, quanto si verificavano situazioni del genere, con molta disinvoltura e serietà e forte della sua esperienza di donna ormai anziana, mi rammentava: “niputì, ricordati, ca a gatta e da dispensa cu mè pensa!”.
Vorrei inoltre ricordare, a queste loschi individui, che malauguratamente per ognuno di noi la disabilità è sempre dietro l’angolo.
Un banalissimo incidente, un ictus o una qualsiasi casualità non prevista può in qualunque momento della nostro vita renderci persone disabili.
In questa prospettiva, questi sbalorditivi esemplari, si immedesimassero in quelle famiglie e persone con disabilità che a causa di una condizione non voluta e una rete di servizi inefficienti ed inefficaci, quotidianamente, per andare avanti con dignità ed onestà, vive le pene dell’inferno.
Se riusciranno, questi personaggi, a recuperare un pò di quella sensibilità latente presente in ognuno di noi e a liberarsi di quelle caratteristiche sempre più presenti nel modello culturale di questa nostra comunità, quali: gelosia, invidia e cattiveria recupereranno un modo di pensare più sano, più onesto e più rispettoso degli altri.
Personaggi vili, con una formazione di servi senza dignità, sempre pronti a dare addosso e ad azzannare con il loro modo di atteggiarsi e comportarsi tutti coloro che appartengono al cosi detto popolino e che si impegnano in prima persona in azioni di solidarietà e senza finalità di lucro. Salve poi mormorare commenti, in luoghi chiusi e ben protetti, e dopo essersi assicurati che porte e finestre sia ben serrate affinché nessuno li senta, quanto si tratta di azioni da loro non condivise portate avanti dal ceto cosi detto bene e abbiente.
Ad ogni modo, li voglio tranquillizzare dicendo loro che in qualunque momento, qualsiasi socio, può prendere visione della documentazione contabile e amministrativa e, contestualmente ringraziare per l’opportunità che mi danno di ribadire che nell’associazione “Raggio di Sole” sono in vigore principi statutari come la democrazia delle cariche elettive e la gratuità per lo svolgimento della loro funzione, come pure, la formulazione del bilancio consuntivo annuale redatto sulla base delle entrate e delle spese tutte documentate. Bilancio, sottoposto all’approvazione dell’assemblea dei soci e del quale viene redatta apposita relazione.

Lascia un commento

1
Ciao. Come posso esserti utile?
Powered by