Premio Vincenzo Padula: oggi ad Acri Mimmo Lucano

Condividi l'articolo
  • 15
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    15
    Shares

Ha preso ufficialmente il via la fase finale dell’XI edizione del Premio Nazionale Vincenzo Padula.
La cerimonia di premiazione è in programma per sabato 01 dicembre, alle ore 17:00, nel Palazzo Sanseverino-Falcone e sarà condotta dalla giornalista Rai Tiziana Ferrario.
Per la Narrativa si aggiudica questa edizione “Gli anni del nostro incanto”, di Giuseppe Lupo, votato da una giuria di 300 studenti delle scuole superiori di Acri e della provincia di Cosenza. Per la Narrativa Internazionale verrà invece premiato André Aciman, autore dell’acclamato romanzo “Chiamami col tuo nome”, da cui è tratto l’omonimo film con il quale Luca Guadagnino ha rappresentato l’Italia agli Oscar 2018. Per “Pensatori del nostro tempo”, sabato sarà ad Acri Massimo Cacciari; e per il Giornalismo Ezio Mauro, con “L’uomo bianco”. Per la sezione internazionale “Vincenzo Talarico” verrà premiato il regista Paolo Virzì, reduce dal successo del suo ultimo film “Notti magiche” alla Festa del Cinema di Roma. Infine, per “Persone in Calabria”, riconoscimenti a Maria Grano e Pantaleone Sergi.
Il tema di quest’anno è “Viaggi”, un itinerario geografico “che percorre strade e sentieri dei tanti parchi, riserve di natura e opportunità ancora quasi del tutto inesplorate, e insieme viaggio dall’interno delle radici culturali verso il futuro, per raccontare la terra di Calabria, tanto discussa e molto poco conosciuta”.
Oggi pomeriggio “Calabria terra di accoglienza”, Mimmo Lucano come ospite d’eccezione.
A partire della ore 18:00, i saluti di Giuseppe Giudice, assessore comunale alla Cultura; Maria Francesca Corigliano, assessore regionale alla Cultura; e Raffaele Cirino, vicepresidente della fondazione Padula; verranno proiettati “Il volo”, di Wim Wenders; “La fiaba di Mimmo”, di Vito Teti; e “Il senso dei luoghi e il sentimento degli altri in Mimmo Lucano”. Coordina Giulia Zanfino e sono previste le testimonianze de “La casa di Abou” di Acri, “Casa Lanzino”, di Acquaformosa, e “La calavrisella”, di Rogliano. A seguire, Filippo Veltri dialogherà con Mimmo Lucano.
Piero Cirino

734 Visite totali, 6 visite odierne

Lascia un commento