CINEMA :Scaglione, le mie Origini Acresi Cucite Addosso

3,077 Visite totali, 1 visite odierne

E’ appena uscito nelle sale “La moglie del sarto”, pellicola diretta dal regista acrese Massimo Scaglione. Del cast, tra gli altri, fanno parte Maria Grazia Cucinotta, Marta Gastini, Alessio Vassallo, Tony Sperandeo e Anna Scaglione. E’ una storia di malelingue ambientata in Calabria, nella gestione tutta al femminile di una sartoria per soli uomini. “In realtà – spiega Scaglione – è l’amore l’elemento che permette di penetrare nella storia, soprattutto quello di una mamma per sua figlia, che non può avere figli. Inoltre un altro significato è nella frase che pronuncia Sperandeo: “L’uomo si è dimenticato dell’uomo”. C’è molto di Acri nel film, poiché “le mie origini acresi le ho cucite addosso, me le porto in tutte le mie esperienze. Anche per questo film ho attinto al microcosmo acrese, con il centro della storia che evoca il luogo di aggregazione sociale delle vecchie sartorie, in particolare di una che era ubicata nella Piazza del Monumento di Acri diversi decenni fa”. Per quanto riguarda le locations calabresi, “il fulcro è la stupenda Fiumefreddo Bruzio, ma abbiamo girato anche ad Amantea, Limbadi e Cosenza”. Circa le prime impressioni, “in questi pochi giorni di proiezione ho ricevuto molte impressioni positive”. Il precedente lungometraggio di Scaglione risale ad “Angeli a sud”, del 1992, girato e ambientato ad Acri. “Rivedendomi a distanza di anni – dice il regista – mi faccio molta tenerezza. Quella è stata la mia prima esperienza, ero acerbo e anche gli errori che oggi identifico ci possono stare. Era comunque un’opera fresca, un autentico atto d’amore per la mia terra. Ancora oggi, quando sono ad Acri c’è gente che mi ricorda un aneddoto di quella esperienza”. Nel frattempo, “ho fatto altro, mi sono allontanato un po’ dal cinema, dedicandomi soprattutto al teatro, ma ho anche fatto altre esperienze interessanti, come quella di responsabile dell’immagine del Comune di Roma. Avevo comunque la necessità, quasi vitale, di tornare al cinema”. Intanto “è già in preparazione un altro progetto, un film on the road cui sto lavorando da tempo e del quale mi occuperò subito dopo una necessaria pausa”. Massimo Scaglione nei prossimi giorni, nel tour di promozione del film, sarà anche ad Acri, quasi certamente con Maria Grazia Cucinotta. Il film nel centro presilano viene proiettato a partire da oggi: fino a venerdì alle ore 18:00 e 20:45, sabato e domenica alle 16:00, 18:00 e 20:45. Piero Cirino Da “Il Quotidiano della Calabria” del 21-05-2014.

Lascia un commento

1
Ciao. Come posso esserti utile?
Powered by