CALCIO: Una ”manita” del Trebisacce affonda un Acri ancora in costruzione

Condividi l'articolo
  • 25
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    25
    Shares

CALCIO ACRI 0 TREBISACCE 5

ACRI: Gencarelli (’01) Rose (’00)), Brandi (’01) (24’pt Meta), Mauro (’01) (19’st Falcone (’00)), Perri, Petullo, D’Amico, Gradilone (’01), Ferraro (30’st Conforti (’01)), Scalese, Algieri (’02) (1’st Milordo ’00). In panchina: Agliuzza (’99), Delogu, Servino (’00), Spezzano (01), Garofalo (’00). Allenatore: Delogu

TREBISACCE: Martino (’00), Armentano (’99) (27’st Pugliese (’99)), Cirolla (’99)(40’ Maritato (’00)), Pensabene, Pepe, Gallotta, Maio (19’st Naglieri), Cosentini, Galantucci, Cannitello, Grisolia (33’st Tufaro (’00)) .In panchina:Maida, Galati, Scigliano, Gueye, Armerise (’01) . Allenatore: Malucchi

ARBITRO: Lenti di Paola (Assistenti: Codispoti e Bulotta di Catanzaro)

MARCATORI: 1’pt e 45’pt Galantucci, 24’pt Cosentini, 40’pt Maio,19’st aut Falcone

NOTE: Circa 600 spettatori di cui una ventina da Trebisacce. Ammoniti: Gradilone e Perri (A). Angoli: 2-6. Rec. 1’, 5’

Acri (CS) – La cronaca di un 0 a 5 si racconta già da sola, basta il risultato: una partita a senso unico con una sola squadra in campo. Ma per raccontare Acri – Trebisacce dobbiamo comunque fare un passo indietro e parlare di un Acri ancora evidentemente in ritardo di preparazione e soprattutto con un organico da completare. Delogu contro il Trebisacce non può schierare (motivi burocratici) due dei nuovi arrivati: l’attaccante Turco e il centrocampista Sylla, parte invece dalla panchina l’attaccante albanese Meta. I rossoneri fanno sfoggio di tanti under in campo (ben sei undicesimi). Il Trebisacce di Malucchi si affida all’esperienza di Galantucci ed alla velocità di Maio e Grisolia, l’altro ex Naglieri parte dalla panchina. La cronaca della partita ci porta al gol già dopo due minuti: Galantucci approfitta di uno svarione difensivo e porta in vantaggio i suoi. L’Acri accusa il colpo e subisce gli avversari: gli uomini di Delogu hanno tanto cuore ma il ritardo di preparazione e la differenza tecnica di alcuni elementi è palpabile. Al 10’ ed al 16’ gli ospiti ci provano con due conclusioni dalla distanza: la prima di Galantucci la seconda di Cosentini. Per vedere una conclusione di marca rossonera bisogna attendere il 20’, con Algieri che ci prova ma Martino è attento. Al 24’ gli ospiti trovano il raddoppio con un eurogol di Cosentini: dalla distanza il destro del centrocampista giallorosso si insacca all’angolino. Alla mezzora i rossoneri vanno vicino al gol: sull’assist di Gradilone arriva il colpo di testa in tuffo del nuovo entrato Meta, il pallone finisce a lato. Al 40’ ai gol degli ex si aggiunge la firma di Maio, a rendere ancora più rotondo il risultato ci pensa Galantucci (45’) con la sua personale doppietta. Il secondo tempo è una pura formalità: l’Acri prova una timida reazione e crea qualche occasione, il Trebisacce trova la “manita” con un autogol dello sfortunato Falcone dopo un tiro di Galantucci. Da sottolineare lo sportivo applauso dei tifosi rossoneri nei riguardi della propria squadre e lo scambio di striscioni di amicizia e cori tra le due fazioni ultras: una bella nota di sport.Per l’Acri i prossimi giorni saranno fondamentali, prima della chiusura del mercato i rossoneri devono assolutamente potenziare la rosa a disposizione.

Francesco Spina – Il Quotidiano

2,088 Visite totali, 13 visite odierne

Lascia un commento