CALCIO: Seconda Categoria: La Vigor Acri con 3 punti in meno. Decisione Giusta?

1,364 Visite totali, 1 visite odierne

Sembra la classica “storia all’italiana” la decisione presa dalla Commissione Disciplinare Territoriale, che restituisce alla Geppino Netti i 3 punti assegnati inizialmente a tavolino dal Giudice Sportivo di Rossano alla Vigor Acri. Nei giorni successivi alla gara, giocata il 2 Marzo (3-2 il risultato sul campo ndr), la società acrese presentò ricorso per una presunta irregolarità della Geppino Netti, rea di aver impiegato,dopo una sostituzione,un solo calciatore “giovane”, in violazione della normativa relativa all’utilizzo dei calciatori in relazione all’età per i campionati di seconda categoria. Da qui la decisione di assegnare i punti agli acresi; non dello stesso parere la società della Geppino, che nel contro ricorso facevano notare come nella distinta consegnata loro dal direttore di gara, venivano corrette a penna dallo stesso, le numerazioni degli atleti; operazione che invece non viene effettuata sulla distinta degli ospiti nè su quella arbitrale, da qui nasce il “fatto”. Ascoltato dalla Commissione l’arbitro ammette di aver effettuato le correzioni ma non si spiega perchè nella distinta consegnata alla Geppino Netti le correzzioni non appaiono nella loro integrità, la confusione dell’arbitro fà si che i poteri decisionali in merito al risultato vengano assunti totalmente dalla Commissione, la stessa, grazie al supporto di alcune fotografie della gara presentate agli atti dalla Geppino, comparate con i volti presenti nei tesserini federali, riconosce che il calciatore che fà il suo ingresso in campo (Riccio Fabio ndr), è effettivamente un under, da qui la decisione di restituire i punti. Amareggiato per la situazione è il Presidente della Vigor, Nunzio De Marco :”Seppure convinti della nostra posizione, la nostra rabbia non nasce dalla decisione che può essere giusta o sbagliata, ma principalmente dalla lentezza della stessa , ci chiediamo se sia possibile o meno valutare delle foto a termine di regolamento e non considerare il referto arbitrale ne il giudice Territoriale.” Inoltre aggiunge: “Perchè una decisione presa l’11 di Aprile viene resa pubblica solo giorno 22 a poco meno di una settimana dal termine del campionato che ci vede impegnati nella lotta play-off ?,stiamo anche valutando di non andare a giocare la gara ad Oriolo”.

Lascia un commento

1
Ciao. Come posso esserti utile?
Powered by