CALCIO: Prima Cat. “Manita” dell’Olympic sul Praia. Ora finale contro il Cetraro

23,439 Visite totali, 1 visite odierne

di Francesco Spina – Il Quotidiano del Sud

ACRI: Spingola 6,5, Ventre 6, Lamirata 8,5 (42’st Micieli sv), Caruso 8,Tedesco 6, Lappanese 6 (45’st Azzinnari sv), Fiorentino 6,5, Salerno 6 (20’st Sicolo 6), Apicella 6,5, Pellegrino 6, Ferraro 6,5 . In panchina: Celico, De Bernardo, Bisignano, Trematerra. Allenatore: Guido 7

PRAIA: Manfredelli 5, Torino 5,5 (30’st Droghini 5,5), Favieri 5,5 (43’st Finizola sv), Fortunato 6,5, Mandarano 6, Rosi 5,5, Petrone 6, F.Limongi 6 (43’st B.Limongi sv), Oliva 5, Forte 6, Iannazzo 5,5. Allenatore: Forte 6

ARBITRO: Contartese di Vibo Valentia  6 (Assistenti: Laria e Idà di Vibo Valentia 6)

MARCATORI: 4’pt Forte (P), 8’pt e 26’pt Lamirata (OA), 42’pt e 45’st Caruso(OA), 3’st Fortunato (P), 34’st (rigore) Apicella (OA)

NOTE: Circa 200 spettatori. Ammoniti: Lappanese e Pellegrino (OA), Torino e Fortunato (P). Angoli: 6-2. Rec. 1’, 1’

Acri (CS) –  Al “Pasquale Castrovillari” di Acri va in scena il festival del gol, partita piacevole ricca di emozioni. A spuntarla alla fine  sono i padroni di casa che con una “manita” conquistano la finale play off contro il Cetraro. Inizia bene il Praia che al 4’ trova il vantaggio con Forte. L’Olympic però, trova subito la reazione giusta e Lamirata trova il pari (8’) con un bel tiro dal limite dell’area. Al 14’ Apicella servito da Ferraro va di testa ma il pallone e preda di Manfredelli. Al 22′ l’Olympic crea una serie di occasioni: la prima con il tiro di Pellegrino sulla ribattuta di un difensore avversario arriva la conclusione di Caruso controllata dal portiere ospite. Il Praia è pericoloso al 24’ , ma Iannazzo spreca una ghiotta occasione calciando alto a pochi passi dalla porta difesa da Spingola. Al 26’ azione magistrale di Lamirata: Il capitano acrese palla al piede entra in area di rigore, fa fuori un difensore e di destro fulmina Manfredelli in uscita. Il Praia ci prova con Iannazzo (30’) conclusione sbilenca che finisce fuori  e  con Forte (32’). Al 42’ arriva il tris dell’Olympic con una bella conclusione di Caruso. Sul finale di tempo il Praia va alla conclusione con Fortunato dal limite dell’area ma Spingola dice no mandando la spera in angolo. La seconda frazione di gioco inizia con lo stesso copione del primo tempo con gli ospiti che trovano subito il gol: al 3’ con il colpo di testa di Fortunato lasciato libero di saltare nel cuore dell’are di rigore . L’Olympic sembra impaurita dal gol ospite e rischia sopratutto sulle ripartenze  avversarie, brava la difesa locale a sventare le minacce. Al 13′ Iannazzo ci prova da calcio di punizione ma il tiro è impreciso e il pallone finisce fuori. Al 25′ occasione per Apicella: il bomber acrese viene servito in area di rigore, ottimo il controllo un pò meno la conclusione che non impensierisce il portiere.  Al 32’ Lamirata (il migliore in campo) viene messo a terra in area di rigore da Droghini, entrato da pochi minuti, l’arbitro concede la massima punizione tra le proteste degli ospiti, dal dischetto Apicella non perdona spiazzando Manfredelli. Il quarto gol dell’Olympic è sfiorato al 38′: bella l’azione di Sicolo sulla destra, pallone messo in mezzo in direzione di Ferraro, ma la conclusione dell’attaccante è da dimenticare, il pallone finisce alto sopra la traversa.  Al 45’ arriva il quinto gol dell’Olympic: Caruso conquista il pallone a centrocampo,si “fuma” mezza squadra avversaria e dal limite lascia partire un siluro che si insacca sotto la traversa, eurogol. L’ultima conclusione dell’incontro porta la firma di Sicolo che prova a segnare da fuori area ma la sfera si spegne a fondo campo. Finisce tra gli applausi del pubblico presente. Olympic che giocherà la finale del girone contro il Cetraro che nell’altra semifinale ha avuto la meglio sul Mirto .

 

Francesco Spina

 

Lascia un commento

1
Ciao. Come posso esserti utile?
Powered by