CALCIO: L’Acri ritorna alla vittoria. Contro la Reggiomed. fa tutto Le Piane

7,680 Visite totali, 1 visite odierne

ACRI: Palumbo 6,5, Canonaco 6,5, Luzzi 6,5, Meringolo 6,5, Scarnato 6, Sposato 6, Le Piane 6,5, Dodaro 6,5, Cotello 6 (44’st Montalto sv), Margiotta 6(18’st Pirotto 6). In panchina: Gradilone, Perri, Appella, Viteritti, Servino. Allenatore: Galeano 6
REGGIOMEDITERRANEA: Cannizzaro 6,5, Andiloro 6, Morabito 6, Bossi 6, Marcianó 6, Mallamaci 6, Falduto 5,5 (24’st Crisalli 5,5), Vigoroso 6, Zappia sv (22’pt Ventura 5,5), Candido 5,5, Monorchio 5,5 (35’st Foti sv). In panchina: Crea, Cuzzola, De Maio, Praticò. Allenatore: Giarmoleo 5,5
ARBITRO: Russo di Catanzaro 5 (Assistenti: Codispoti di Catanzaro e Esposito di Crotone 5,5 )
MARCATORI: 18’st Le Piane
NOTE: Circa 300 spettatori. Ammoniti: Andiloro, Morabito e Bossi (R ) . Angoli: 5-2. Rec. 1’, 3’
Acri (CS) – Un gol di Le Piane al 18’ del secondo tempo permette all’Acri di ritornare alla vittoria dopo un periodo buio e conquistare tre punti importanti in chiave salvezza. La partita non regala grandi emozioni e le squadre in alcuni tratti appaiono intimorite. Nell’Acri, che oggi propone in panchina Galeano come allenatore, Le Piane fa il bello e il cattivo tempo: segna il gol vittoria ma se ne divora altri due. La prima occasione del match è di marca rossonera: al 2’ dagli sviluppi di un corner il pallone arriva tra i piedi di Margiotta che va alla conclusione ma il pallone finisce fuori. Al 12’ i rossoneri ci provano con Fabbricatore che dalla distanza impegna Cannizzaro. I padroni di casa fanno la partita mentre la Reggiomediterranea si chiude in difesa. Al 29’ l’Acri ci prova con Cotello direttamente da calcio di punizione, ma il tiro è debole. Lo stesso giocatore argentino dei rossoneri è pericoloso al 29’, dopo essere entrato in area dalla destra lascia partire un tiro sul quale di supera Cannizzaro che devia in angolo. La prima palla gol degli ospiti attiva al 37’ con Vigoroso che non riesce ad approfittare di un uscita errata di Palumbo con i piedi. Al 40’ gli ospiti vanno vicini al vantaggio con Monorchio ma sul colpo di testa del giocatore reggino si supera Palumbo che con un colpo di reni manda in angolo. Al 45’ Cotello serve Le Piane appostato in area di rigore, l’attaccante si divora un gol a porta libera spedendo alto, l’unica attenuante il terreno di gioco che fa rimbalzare male la sfera al momento della conclusione. Nella seconda frazione di gioco al 12’ è sempre Le Piane a rendersi pericoloso, la sua conclusione in scivolata finisce però alta. Il gol è nell’area ed arriva al 18’: sugli sviluppi di un calcio d’angolo Le Piane ribadisce in rete con un bel rasoterra facendosi perdonare l’errore del primo tempo. Al 29’ Dodaro lascia partire un bolide dalla distanza, il pallone viene ribattuto da Cannizzaro e finisce tra i piedi del solito Le Piane, l’attaccante rossonero anche in questo caso calcia alto a pochi metri dalla linea di porta. Nel finale la Reggiomediterranea cerca il pari e al 44’ ci va vicino con il colpo di testa di Bossi che finisce alto. Nei minuti di recupero l’Acri riesce a tenere il pallone lontano dalla porta difesa da Palumbo e può così festeggiare il ritorno alla vittoria. Per l’Acri ora si apre una settimana che vedrà domenica prossima i rossoneri affrontare in trasferta lo Scalea, grosse novità potrebbero arrivare in chiave mercato, previsti movimenti in uscita ed in entrata.

Francesco Spina . il Quotidiano del Sud

Lascia un commento

1
Ciao. Come posso esserti utile?
Powered by