CALCIO: L’Acri perde contro il Gallico Catona. Le possibilità di salvezza passano dagli scontri interni

556 Visite totali, 1 visite odierne

Gallico Catona – FC Calcio Acri: 3-1

Gallico Catona: Praticcò, Tamiro (17′ st Covani ), Fulco , Sakò , Gioia, Neri , Ferrato (27′ st Baz ), Herrada , Monorchio (42′ st Blastein ), Tripodi M (17′ st Cuzzola ), Sogo Dogo (34′ st Bilardi ). A disp.: Giordano, Del Rio , Battaglia , Marcianò.

FC Calcio Acri: Bellanza , Milordo, Brandi (34′ st Servidio), Cianciaruso (5′ st Falcone), Ferraro , Martinez , Mancino (1′ st Scalese), Perna, Kabangu (25′ st D’Amico), Marano , Le Piane . A disp.: Gencarelli, Perri, Calomino, Gradilone, Algieri. All.: Angelo Andreoli.

Marcatori: 14′ pt Tripodi M, 21′ pt Sakò (aut), 36′ pt Tripodi, 45’+3′ st Covani .

Note: Ammoniti: Sakò , Tamiro , Neri , Ferraro , Gioia

GALLICO SUPERIORE (Rc) – Netta vittoria del Gallico Catona contro l’Acri nella sfida della ventiduesima giornata del campionato di eccellenza calabrese: gli uomini di Giovinazzo regolano la pratica con un 3-1 importante in chiave salvezza. Per i rossoneri una sconfitta che fa male e che tiene la squadra allenata da Andreoli all’ultimo posto in classifica. La partita inizia con le squadre che si studiano senza però premere troppo sull”acceleratore, troppo alta la posta in palio. Il gol che sblocca il risultato arriva al 14′ grazie ad una prodezza di Tripodi: il numero 10 reggino approfitta di un incertezza difensiva acrese e lascia partire dal limite dell’area un bolide che si insacca all’incrocio dei pali, superando l’incolpevole Bellanza. L’Acri accusa il colpo e nei minuti successivi concede ai locali l’occasione per il raddoppio con lo stesso Tripodi che impegna Bellanza, che si fa trovare pronto. Al 21′ i rossoneri trovano il gol del pari: dagli sviluppi di un calcio di punizione battuto da Marano arriva la sfortunata deviazione di Sakhò che mette la palla alle spalle del proprio portiere. L’Acri trova coraggio e si spinge in avanti sfruttando le fasce con Le Piane da una parte e Mancino dall’altra che provano a scardinare la difesa avversaria. Il Gallico è invece pericoloso con Herreda su calcio di punizione: salva Bellanza. Al 36′ i padroni di casa ritornano però in vantaggio grazie alla personale doppietta di Tripodi che anche in questo caso approfitta di una falla nella difesa ospite. Il secondo tempo vede l’Acri che ci prova soprattutto con azioni di contropiede e calci di punizione ma il Gallico e attento e riesce a neutralizzare le varie azioni offensive. Nel finale i rossoneri hanno l’occasione del pareggio con una punizione battuta dal limite da Marano: Praticcó è però prodigioso mandando il pallone in angolo. In pieno recupero il Gallico Catona approfitta di una ripartenza per siglare il terzo gol con Covani. Per i rossoneri le speranze salvezza non sono ancora totalmente svanite ma l’Acri non potrà più commettere errori nelle otto partite che restano al termine della stagione: domenica il primo banco di prova nello scontro diretto casalingo contro il Cutro

Lascia un commento

1
Ciao. Come posso esserti utile?
Powered by