CALCIO: L’Acri crea molto ma non finalizza. Con il Cassano è 1-1

345 Visite totali, 4 visite odierne

DI FRANCESCO ROBERTO SPINA

FC Calcio Acri – Cassano Sybaris: 1-1
FC Calcio Acri: Drame, Straface (31′ st Algieri), Pedrinho, Benincasa, Gomon, Manfredi, Taiye (8′ st Michienzi), Cavatorti (32′ st Leyther), Joao Lopes, Okoye King (25′ st Rose), Badjinka (25′ st Oka). A disp.: Trinni, Servidio, Politano, Gabriel. All.: Franco Germano.
Cassano Sybaris: Abatematteo , C Graziadio (35′ st M Graziadio ), Pedico , Cianciaruso , Ferraro , Bria , Perrone , Perri , Tommasi (42′ st D’Amore ), Marano, Ndiaye (30′ st Longo ). A disp.: Pietrafitta , Spagniulo , Iannicelli , Castriota , Gatto , De Marco . All.: Mimmo Galeano.
Arbitro: Alessandro Bottura di Crotone (Assistenti: Sacco di Catanzaro e Olivadoti di Lamezia)
Reti: 25′ pt Perri(C) , 17′ st Badjinka (A).
Note: Circa 600 spettatori. Ammoniti: Bria , Perrone , Gomon, Tommasi , Abatematteo , Straface, Benincasa, Cianciaruso . Angoli 4-1. Rec: 2’pt;5 st’

Acri – Alla fine Acri e Cassano conquistano un punto a testa, ma ai punti i rossoneri meritavano qualcosa in più: squadra di Germano che crea molto e spreca altrettanto mentre ben messa in campo e abbastanza “quadrata” la formazione di Mimmo Galeano. Di sicuro, le due squadre diranno la loro in questo campionato di Promozione. Un match che vive anche di molti momenti extra calcistici: prima del fischio iniziale la società acrese consegna degli omaggi ad Antonio Perrellis, appuntato dell’arma dei carabinieri che nell’ultimo mese è stato protagonista di un “cammino” che per scopi benefici lo ha portato a piedi da Torino ad Acri, altro riconoscimento a Pierluigi Mazzei, ragazzo con la passione per il calcio, che dopo un pestaggio subito da adolescente si è chiuso in se stesso. Spazio anche al ricordo delle quattro vittime dell’incidente stradale avvenuto poche ore prima a Rende. La cronaca della partita ci porta al 2’ quando i rossoneri vanno subito vicino al gol: azione in solitaria di Okoye che entra in area e prima si fa ribattere la conclusione da Aatematteo, poi colpisce il palo. Al 9’ ci prova Joao Lopes servito da Pedrinho: conclusione di poco a lato. Spazio anche per Benincasa che al 20’ va al tiro che finisce alto. L’Acri gioca bene e gioca costantemente nella metà campo avversaria. Il Cassano soffre ma riesce a sventare le minacce ed al 25’ addirittura passa in vantaggio: dai 30 metri Perri lascia partire un tiro che sorprende Drame ma anche i presenti allo stadio. L’Acri subisce i colpo e lascia spazio agli ospiti che ci provano soprattutto con azioni sugli esterni: alla squadra di Galeano manca però un terminale offensivo di categoria. La seconda frazione di gioco inizia con gli ospiti che vanno alla conclusione al 3’ con Marano: calcio di punizione che esce di poco. L’Acri vuole il pareggio e l’ottiene al 17’: azione sulla destra di Straface che mette in mezzo un traversone sul quale si avventa Abatematteo che controlla in malo modo: sul pallone perso dal portiere si avventa prima Okoye poi Badjinka che realizza. L’Acri ci prova ancora con Cavatorti e Pedrinho ma in entrambe le occasioni il pallone è fuori. Ci prova anche Joao Lopes, mentre nei minuti finali il Cassano è pericoloso con D’Amore: salva però Drame

fonte Il Quotidiano del Sud

1
Ciao. Come posso esserti utile?
Powered by