CALCIO: La crisi dell’Acri non ha più fine. La Vigor si impone per 1 a 0.

4,086 Visite totali, 1 visite odierne

VIGOR LAMEZIA: Mercuri 6.5, Varricchio 6, Pasqualino 6, Ferraro A. 6.5, Ottonello 6.5, Bertini 6.5, Crucitti 6.5, Commisso 6 (31’st Ferraro L. sv), Conversi 6 (18’st Marano 5.5), Leta 7 (27’st Cavatorti sv), Mosciaro 6.5. A disp. Marino, Carvelli, Gigliotti, Sacco.All. Andreoli 6.5

ACRI: Palumbo 6.5, Meringolo 5.5, Ambrosecchia 4.5, Sposato 6 (43’st Canonaco sv), Scarnato 5.5, Luzzi 5.5, Le Piane 5.5, Dodaro 5.5, Pirotto 6, Cotello 6 (20’st Appella 6), Fabbricatore 5.5 (24’st Margiotta 5.5). A disp. Gradilone, Montalto, Perri, Siciliano. All. Cirino 5.5

Marcatori: 38′ pt rig.Mosciaro

Arbitro: Ranieri di Soverato 5.5 (Assistenti: Spataro e Petrini di Rossano 5,5)

Note: Angoli 6-0. Ammoniti: Mosciaro (V), Leta (V), Le Piane (A). Espulsi: 17’st Ambrosecchia (A) per somma di ammonizioni. Spettatori 400 circa.Rec. 1′ e 4′

Lamezia Terme –  Alo stadio “D’Ippolito” di Lamezia Terme la Vigor Lamezia si impone di misura contro l’Acri, il gol partita arriva al 38′ del primo tempo con Mosciaro che trasforma un calcio di rigore. Continua  la crisi dei rossoneri che in campionato stazionano in piena zona playout con 11 punti, nelle ultime quattro giornate l’Acri colleziona tre sconfitte ed un pareggio interno contro il fanalino di coda Roggiano, numeri da retrocessione.  Per i biancoverdi, invece, terzo posto in classifica a quota 25 punti. La prima occasione della partita arriva al 4′  con Crucitti che impensierisce Palumbo, la difesa acrese libera con qualche difficoltà. Al 7′ ci prova Ambrosecchia su calcio di punizione ma il pallone finisce alto. La Vigor ci prova con l’ex Leta al 10′ che dal limite impegna il bravo Palumbo (il migliore dei suoi). Gli ospiti si fanno sotto al 13′ con Pirotto che gira di testa su cross di Meringolo, pallone fuori di poco. Al 14′ Palumbo respinge il calcio di punizione battuto da Mosciaro mentre al 15′ il portiere acrese ferma la conclusione di Leta. I rossoneri cercano di rendersi pericolosi sulle ripartenze, al 32′ Pirotto da buona posizione   conclude di destro ma non impensierisce Mercuri. Al 33′ i lamentini protestano per un presunto rigore non concesso per un fallo in area su Mosciaro. Al 38′ arriva l’episodio che cambierà le sorti dell’incontro: Leta va via sulla destra, serve Conversi che si fa respingere la conclusione da Palumbo,il pallone finisce ad Ottonello che conclude a botta sicura, sul tiro Scarnato colpisce il pallone con le mani, l’arbitro concede la massima punizione. Dagli undici metri Mosciaro spiazza Palumbo. Il secondo tempo è avaro di paricolari. L’Acri si complica la vita e  resta in 10 uomini al 17′ a causa dell’espulsione di Ambrosecchia per somma di ammonizioni. Al 22′ Crucitti servito da Leta conclude ma Palumbo è in giornata positiva e blocca il tiro. Al 26′ Marano, servito da Leta, ha la palla del 2 a 0 ma spreca malamente calciando sopra la traversa. Al 30′ Mosciaro mette alla prova direttamente da calcio di punizione Palumbo che è costretto a rifugiarsi in angolo. L’ultima occasione per la Vigor arriva al 46′ con Crucitti ma Palumbo blocca a terra.

Lascia un commento

1
Ciao. Come posso esserti utile?
Powered by