CALCIO: In Coppa la differenza di categoria condanna l’Acri. La Morrone passa per 3-0

675 Visite totali, 1 visite odierne

FC Calcio Acri – Morrone: 0-3

FC Calcio Acri: Drame 6, Straface 6(31′ st Gabriel 6), Servidio 6, Taiye 5, Gomon 6, Pedrinho 6,5, Rose 6(1′ st Konan 6), Okoye King 6 (33′ st Politano sv), Badjinka 5,5 (20′ st Scaglione 6), Douglas 6 (40′ st Leyther sv), Joao Lopes 6.In panchina: Tripoli, Efosa. All.: Franco Germano.
Morrone: Risoli 6,5, Bruno 6, Gueye 7, Leta 7, Ferraro 7(28′ st Colosimo 6), Mazzei 6,5, D’Acri 6(23′ st Pansera 6), Nagore 6, Nicoletti 6(18′ st De Rose 6), De Luca 6, Misuri 6(9′ st De Marco 6).
Arbitro: Le Pera di Rossano 5,5 (Assistenti: Converso e Cavallini di Rossano 5,5)
Reti: 23′ pt Gueye , 13′ st Ferraro su rig., 9′ pt Leta .
Note:Circa 400 spettatori. Ammoniti: Douglas, Drame (A), De Luca, Pansera (M). Angoli: 4-6. Rec: 1’pt; 4’st.

ACRI – Troppo forte la Morrone per l’Acri ed il risultato mette in evidenza anche la differenza di categorie tra le due squadre: una Morrone cinica, che potrà far bene nel campionato di Eccellenza, ed un Acri volenteroso ma che ha bisogno di qualche correzione per essere tra le protagoniste del campionato di Promozione. Prima dell’inizio delle ostilità un minuto di raccoglimento per ricordare lo sfortunato Marco Calderaro, ex giocatore della Morrone scomparso recentemente a causa di un incidente stradale. La cronaca della partita vede gli ospiti pericolosi già dai primi minuti, soprattutto sulle fasce. Dopo due giri di lancette ci prova Ferraro ma Drame è bravo a sventare la minaccia. Al 9’ arriva il gol dell’ex: Leta è bravo a superare con un destro chirurgico il portiere acrese Drame. L’Acri accusa il colpo e la Morrone ha vita facile a centrocampo, dove dall’altra parte i rossoneri non riescono a trovare le giuste contromisure agli avversari. Al 12’ è De Luca che ci prova dalla distanza ma il pallone finisce alto. L’Acri mette in evidenza soprattutto i singoli, ma deve migliorare sul gioco di squadra: il brasiliano Pedrinho è il migliore dei suoi nel primo tempo e spesso mette in difficolta la retroguardia avversaria grazie alla sua velocità. Al 33’ Gueye trova il raddoppio: dopo un azione in area della Morrone l’attaccante si lancia in contropiede e brucia Drame in uscita. L’Acri trova la prima conclusione al 35’ grazie al colpo di testa del portoghese Joao Lopes servito da Pedrinho: il pallone esce di poco. Al 37’ Leta sfiora dalla distanza la sua personale doppietta: la palla va a sbattere sulla parte alta della traversa. Al 41’ sono i rossoneri pericolosi con Douglas: il tiro su calcio di punizione del brasiliano viene intercettato dall’ottimo Risoli. Nel secondo tempo la Morrone abbassa il ritmo e l’Acri ne approfitta: i rossoneri prendono coraggio e creano anche alcune nitide occasioni per accorciare le distanze soprattutto con Konan. Al 5’ ci prova Okoye: pallone alto. La Morrone chiude le ostilità al 13’ grazie al rigore trasformato da Ferraro: sulla decisione dell’arbitro le proteste dei locali.

FONTE QUOTIDIANO DEL SUD

1
Ciao. Come posso esserti utile?
Powered by