CALCIO – Eccellenza: La Cittanovese si aggiudica l’anticipo. Acri battuto 3 a 2

10,702 Visite totali, 2 visite odierne

di Andreina Morrone – fonte : www.ottoetrenta.it

CITTANOVESE: Galluzzo, Dascoli, Bruzzese (44′ st Fiorino), Varrà (1′ st Condomitti), Tedesco, Barresi, Moio, Cundari, Vicentin, Lombardo, Carbone (30′ pt Salandria). In panchina: Ramunno, Aziz, Battista, Silvestri. All.: Zito

ACRI: Palumbo, Meringolo, Ambrosecchia, Sposato, Scarnato, Luzzi, Le Piane, Dodaro, Pirotto (20′ st Naglieri), Margiotta (37′ st Siciliano), Fabbricatore (13′ st Appella). In panchina: Lupo, Perri, Canonaco, Servino. All.: Cirino (in tribuna)

ARBITRO: Gigliotti di Cosenza (assistenti: Padovano e Romeo di Reggio Calabria)

MARCATORI: 20′ pt Vicentin (C), 36′ pt Cundari (C), 2′ st Le Piane (A), 11′ st Margiotta su rig. (A), 30′ st Lombardo su rig. (C).

NOTE: Spettatori: 200 circa. Ammoniti: Barresi (C), Dodaro e Scarnato (A). Espulso: Ambrosecchia (A) al 30′ st. Recuperi: 2′ st, 4′ st.

CITTANOVA (RC) – La Cittanovese, un pò a fatica, batte l’Acri e si prende la testa della classifica. Gara combattuta e vinta dalla squadra di Zito con il giusto cinismo, complice anche qualche ingenuità di troppo degli avversari.

Nei primi venti minuti sono proprio gli ospiti acresi a dare dimostrazione di maggior presenza e aggressività: l’Acri attacca con Margiotta, la Cittanovese tiene ma soffre la manovra degli avversari. Poi la palla che sblocca il risultato arriva al 20′, bomber Vicentin batte Palumbo dalla ribattuta. Al 36′ il doppio vantaggio dei locali: dagli sviluppi di un calcio d’angolo di Lombardo, Cundari spiazza tutti. L’Acri, colpita ma non del tutto piegata, impiega Galluzzo al 47′ e poi a inizio ripresa riapre la partita con il buon Le Piane che anticipa due difensori avversari e segna da posizione ravvicinata. La Cittanovese accusa il colpo e al 11′ viene nuovamente trafitta da una più propositiva Acri. L’arbitro comanda infatti il calcio di rigore per un fallo in area su Margiotta: dal dischetto non sbaglia il numero 10 rossonero. Al 20′ ancora un brivido per la Cittànovese che si salva da una pericolosa semi rovesciata di Margiotta. Poco dopo annullata a Tedesco per fuorigioco la rete del 3-2. Ma il vantaggio della squadra reggina è nell’aria perché alla mezzora il direttore di gara decreta il penalty per i padroni di casa per l’atterramento di Lombardo in area e l’espulsione di Ambrosecchia per fallo da ultimo uomo. Dagli undici metri Lombardo non fallisce la rete che decide la gara, anche se nei minuti finali c’è spazio ancora per un’occasione per parte: Palumbo para su Vicentin, Galluzzo ferma Appella.

L’Acri incassa in trasferta la seconda sconfitta consecutiva ma c’è rammarico per una prestazione che meritava il pari, compromessa dalle solite disattenzioni su palle inattive. Nonostante oggi abbia corso qualche rischio di troppo, la Cittanovese si conferma squadra compatta e temibile e, almeno per stasera, Vicentin e compagni possono godersi il primato, seppur in coabitazione con l’Isola.

di Andreina Morrone – fonte : www.ottoetrenta.it

Lascia un commento

1
Ciao. Come posso esserti utile?
Powered by