CALCIO: Con Petrone e Criniti l’Acri espugna il ”Ferrarizzi” di Sersale. Finisce 1 a 2

Condividi l'articolo
  • 18
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    18
    Shares

SERSALE: Parrottino, Astorina (99), Scalise, Corosiniti, Tolomeo (99), Ferrarelli (99) (9’ st Ricci (98)), Carrozza (45’ st Mittica sv), Scozzafava, Pugliese (33’ st Torchia), Caturano, Staglianò. In panchina: Mauro (98), Errigo, Ikubor, Pittelli (98). Allenatore: Trapasso.

ACRI: Lamberti, Mancino, Ferraro, Dodaro, Vallone (23’ st Corsale), Mazza (99), Federico (98) (23’ st Velletri (98)), Bertini, Nesticò, Criniti, Petrone. In panchina: Palumbo, Perri, Macagnone (99), Lamirata, Luzzi. Allenatore: Mancini.

ARBITRO: Leone di Cosenza (Padovano di Reggio Calabria e Nicolosi di Vibo Valentia)

MARCATORI: 14’ st Pugliese (S), 34’ st Petrone (A), 45’ st Criniti (A).

NOTE: 37’ st Parrottino para un rigore a Criniti

Sersale (CZ) –  Una vittoria importante per la classifica e per il morale quella conquistata dall’Acri sul terreno di gioco del “Ferrarizzi” di Sersale. Il ritorno da ex di mister Mancini a Sersale, coincide con la prima sconfitta stagionale in casa per i giallorossi. Squadra allenata da Trapasso che, oltre a non aver mai perso in questa stagione tra le mura amiche (7 vittorie ed un pareggio), prima della partita contro i rossoneri non aveva addirittura mai subito gol in casa. Petrone e Criniti, però, interrompono questa serie positiva  e regalano all’Acri una bella vittoria, in quella che può essere considerata come tra le più belle partite giocate in questa stagione. La partita inizia subito con un’emozione: al 2′ Petrone va al tiro è scheggia il palo. La prima occasione del Sersale arriva al 7′, in questo caso Staglianò, pareggia il conto dei legni, colpendo da buona posizione il palo alla sinistra di Lamberti. Il ritmo della partita è altissimo e le due squadre si affrontano a viso aperto. Ne guadagna lo spettacolo, a discapito delle coronarie del pubblico presente che vive lo scorrere dei minuti con continui capovolgimenti di fronte. Al 18′ Vallone sfugge ad un avversario sulla sinistra, va al cross in direzione di Criniti che colpisce di testa a botta sicura, ma Parrottino si supera mandando in angolo. Al 27′ per il Sersale ci prova ancora Staglianò, il pallone finisce di poco a lato, sulla conclusione del numero 9 giallorosso. Il secondo tempo inizia con Caturano pericoloso (7′), il suo potente tiro viene respinto in angolo da Ferraro. Al 14′ ci prova Pugliese, ma Lamberti è attento e con una bella parata devia il pallone in angolo. Sul calcio d’angolo che ne segue arriva il vantaggio dei padroni di casa: Pugliese raccoglie il traversone e supera Lamberti. L’azione è però viziata da un tocco con le mani dello stesso autore del gol, l’arbitro però convalida la rete, tra le proteste dei rossoneri. Tra i più animati c’è Lamberti che rimedia un cartellino giallo. L’Acri non ci sta e prova a riorganizzarsi nella ricerca del pari. Il Sersale invece prova a chiudere il match, e al 24′ ci va vicino: è solo il palo a negare a Corosoniti la gioia del gol. Mancini  prova il tutto per tutto e manda in campo Velletri e Corsale al posto di Federico e Vallone. Al 32′, dagli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Criniti, arrva l’occasione per Ferraro, il suo colpo di testa finisce di poco alto. Il pareggio è nell’aria ed arriva due minuti più tardi, con Petrone che è bravo ad approfittare di un incertezza di Parrottino e segnare il gol dell’ex. L’Acri ci crede e a 5 minuti dal termine conquista un calcio di rigore per un fallo in area dopo una bella azione di Corsale. Dal dischetto però, Criniti si lascia ipnotizzare da Parrottino che para salvando il risultato. Il fantasista italo-argentino trova però la sua personale rivincita, ed il gol partita al minuto 91. Per Criniti non è un gol normale ma una vera e propria prodezza, in semi rovesciata spiazza Parrottino e regala all’Acri tre punti importanti.

1,729 Visite totali, 1 visite odierne

Lascia un commento