CALCIO: Carlo Stumpo a capo del comitato per salvare i rossoneri. Si cerca un Presidente

Condividi l'articolo
  • 15
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    15
    Shares

di Andreina Morrone – ottoetrenta.it

ACRI (CS) – Dare vita a un comitato di gestione, che almeno permetta di cominciare la stagione della locale squadradi calcio, oppure si materializzeranno gli spettri di cui ad Acri nessuno vuol sentire parlare. E’ questo il bivio cui si trovano davanti sportivi, imprenditori, ex dirigenti e tifosi che questa sera si sono ritrovati al Caffè Letterario di Palazzo Falcone per la seconda Assemblea alla presenza dell’assessore allo sport Emanuele Le Pera e del consigliere comunale Luca Siciliano.

La squadra non partirebbe con handicap o altri debiti di vario genere, come ha precisato il presidente dimissionario Santo Falcone, ribadendo la sua volontà a non voler ricoprire di nuovo la carica di principale referente del club per sopraggiunti problemi personali.

C’è quindi da superare il primo scoglio: serve un nuovo referente, un commissario che rappresenti la Società nelle sedi opportune. Non c’è tempo da perdere: il primo impegno ufficiale si avvicina e ad oggi l’Acri non ha una rosa adeguata per scendere in campo. Il comitato regionale della Lega Dilettanti Calabria ha ufficializzato i gironi della prima fase di Coppa Italia Dilettanti e l’Acri è stata inserita nel raggruppamento “cosentino” con A.C. Morrone e Brutium Cosenza (prima sfida a Cosenza con la Morrone il 26 agosto).

Le note positive sono i contatti già intavolati e da intavolare con alcuni importanti sponsor locali e non solo, pronti a dare un sostanziale contributo economico. Intanto è stato costituito un Comitato di gestione esplorativo, con a capo Carlo Stumpo, per cercare di mettere sù un Direttivo e, quindi, una nuova Società ed individuare un commissario. A questa speranza si affidano i tifosi e i sostenitori dell’Acri calcio.

1,254 Visite totali, 23 visite odierne

Lascia un commento