CALCIO: Acri, il capitano suona la carica

Condividi l'articolo
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Acri – Domenica l’Acri affronterà tra le mura amiche del “Pasquale Castrovillari” la Luzzese, in quella che sulla carta sembra essere una partita dall’esito scontato. Gli ospiti, arriveranno ad Acri da ultimi in classifica con solo 7 punti, guai però a sottovalutare la squadra del presidente Reda, che data la classifica deficitaria, venderanno cara la pelle, in una partita che potrebbe essere tra le ultime chiamate utili per evitare la retrocessione diretta e puntare a giocarsi il tutto per tutto nella lotteria dei playout. I rossoneri devono vincere per avvicinare o addirittura agganciare o superare in classifica, le squadre che al momento occupano la griglia playoff. In questa stagione l’Acri ha sofferto in casa, conquistando appena 16 punti dei 30 disponibili, mentre in trasferta i punti conquistati sono stati addirittura 17. In vista dell’impegno di domenica abbiamo avvicinato il capitano dei rossoneri Andrea Sposato, che prima di parlare della Luzzese ci parla del periodo positivo che stanno attraversando i rossoneri, reduci dalla bella vittoria di Sersale: <<E’ stato importante vincere su un campo difficile come quello di Sersale – ci dice – dobbiamo però restare con i piedi per terra. Ora è arrivato il momento di confermarci e cercare di migliorare la classifica>>. E sulla Luzzese: << Queste paradossalmente sono le partite più difficili da affrontare – afferma Sposato – la Luzzese è una buona squadra che non merita la posizione in classifica che attualmente occupa, soprattutto dopo la campagna di rafforzamento di dicembre>>. E Poi: << non dobbiamo farci cogliere impreparati e soprattutto non dobbiamo sbagliare l’approccio alla partita>>. Dopo la partita contro la Luzzese, l’Acri affronterà l’Aurora Reggio in trasferta ed il Castrovillari in casa, in un mese di Febbraio decisivo: << dobbiamo pensare partita dopo partita ma non sottovalutare nessun avversario – afferma – affronteremo nelle prossime due giornate le ultime due in classifica ma dobbiamo restare concentrati. Solo in questo modo potremo arrivare allo scontro diretto contro il Castrovillari per giocarci una bella fetta dei playoff>>.  A Sposato chiediamo anche di dirci qual è stato in questa stagione il momento di maggior scoramento, e il capitano ha le idee chiare: << la semifinale di coppa Italia persa contro il Cotronei non l’ho ancora digerita – ci dice – è la terza volta in tre stagioni che vengo eliminato insieme all’Acri alle semifinali. Per due volte addirittura ai rigori e devo dire che fa davvero male>>.

Francesco Spina – Il Quotidiano del sud

982 Visite totali, 3 visite odierne

Lascia un commento