CALCIO: L’Acri vince a Locri e si qualifica ai playoff. Finisce 2-1 per i rossoneri

2,022 Visite totali, 4 visite odierne

LOCRI:  Paolella 6,5, Battista 6 (32’ st Tripodi sv), Varricchio 6, Coluccio 6, Carbone 6, Lanza 6 (22’ st Lombarso A. 5,5), Baccillieri 6, Guttà 6, Foti 6 (27’ st Iervasi sv), Costabile 6, Puntoriere 6,5. A disp: Galluzzo, Libri, Dascoli, Siano. All. Scorrano 6
Acri: Gencarelli 6,5, Perri 6,5, Lamirata 7, Ferraro 7, Dodaro 6,5, Federico 6,5, Sposato 7,5, Bertini 7, Nesticò 7,5, Criniti 7, Petrone 7. A disp: Falcone, Macagnone, Conforti, Mazza, Gradilone, Velletri. All. Mancini 7
Arbitro: Costa 7 (Catanzaro) ( Assistenti: Tassone di Taurianova e Di Giuseppe di Catanzaro)
Marcatori: 2’ Puntoriere rig (L); 11’ st Sposato (A), 13’ st Petrone (A)
Note: Spettatori: 400 circa; ammoniti: Coluccio (L), Dodaro, Petrone, Ferraro (A). Rec 1’ pt, 3’ st

Locri (RC) – A volte nel calcio l’imponderabile si realizza. Un pò quello che è accaduto all’Acri nell’ultima giornata del campionato di Eccellenza: l’impossibile si è materializzato in possibile, e per i rossoneri,  i play-off che alla vigilia erano quasi un miraggio sono diventati realtà. Ma facciamo un po di ordine. I rossoneri arrivano a Locri, reduci dalla sconfitta rimediata nella giornata di campionato precedente contro il Cutro. Una sconfitta che aveva compromesso di molto la qualificazione ai playoff, per via del distacco in classifica superiore a 10 punti dal secondo posto occupato dal Cotronei. Insomma all’Acri per centrare l’obiettivo playoff serviva quasi un mezzo miracolo sportivo: battere il Locri e sperare in una non vittoria del Cotronei impegnato in trasferta sul terreno di gioco della Reggiomediterranea. Tutto ciò alla fine è accaduto, Acri vittorioso per 2 a 1 sul Locri, mentre il Cotronei viene sconfitto per 2 a 1 dalla Reggiomediterranea. Ora per i rossoneri allenati da Mancini si apre la porta dei play-off, con la semifinale da giocare a Cotronei, mentre nell’altra semifinale il Castrovillari ospiterà il Siderno. Veniamo alla cronaca della partita. Renato Mancini deve fare i conti con infortuni e squalifiche. Oltre agli assenti di lungo corso, Mancino e Corsale, l’allenatore dell’Acri non può fare affidamento su Luzzi, fuori per infortunio e sugli squalificati Lamberti e Vallone. In porta l’Acri schiera il classe 2001, Francesco Gencarelli, in difesa insieme a Federico, Bertini e Ferraro viene schierato Perri, a centrocampo il trainer dei rossoneri si affida alla solita coppia di centrali Sposato – Dodaro con Lamirata da una parte e Nesticò dall’altra. In fase offensiva invece funge da prima punta Petrone con Criniti libero di muoversi un po su tutto il fronte offensivo. Pronti, via e il Locri passa subito in vantaggio: i padroni di casa conquistano un calcio di rigore per un intervento falloso (dubbio) di Bertini in area di rigore. Dal dischetto Puntoriere spiazza Gencarelli. Il Locri cerca subito anche il raddoppio ed al 9′ Carbone prova la conclusione, il tiro finisce di poco alto. L’Acri cerca una reazione: Criniti parte in contropiede centralmente, vede l’inserimento sulla destra di Sposato, che riceve il pallone e lascia partire un tiro che viene deviato in angolo da Paolella. Al 14′ l’Acri ci prova con Lamirata, il centrocampista acrese si lancia sulla fascia sinistra, si accentra e lascia partire una conclusione che però termina alta.  Il Locri punge soprattutto centralmente, mentre i rossoneri cercano di sorprendere gli avversari sulle fasce. Il primo tempo si chiude con un occasione per Bertini, che dagli sviluppi di un angolo colpisce di testa mandando il pallone a lato. La seconda frazione di gioco si apre con Criniti che spreca  al  2′ la palla per il pareggio . L’Acri prova il tutto per tutto ed al 5′ la palla del pari capita tra i piedi di Petrone: pallone a lato. Il pareggio è nell’aria ed arriva al minuto 11: Criniti conquista un pallone a centrocampo, serve Bertini sulla sinistra che di testa mette in mezzo per l’accorrente Sposato che in spaccata manda il pallone in rete. Ma non finisce qui, dopo appena un minuto e mezzo i rossoneri trovano il gol che vale i playoff: Petrone riceve un pallone al limite dell’aria, è bravo nel controllo e nel sorprendere Paolella in diagonale. Nel Locri entra bomber Iervasi e si rende subito pericoloso, ma Gencarelli è attento a respingere in angolo la conclusione. Nell’ultimo quarto d’ora il Locri cerca il pareggio e ci va vicino con Puntoriere che dal limite dell’area di rigore lascia partire un bolide murato dalla difesa acrese. Finisce con l’Acri che espugna il “Comunale di Locri” ed approfittando della contemporanea sconfitta del Cotronei, conquista i play off, proprio contro i giallorossi. Domenica prossima la semifinale al “Baffa” di Cotronei.

Lascia un commento

1
Ciao. Come posso esserti utile?
Powered by