Acri- Tenuta: “Benvenuto Don Francesco”

1,789 Visite totali, 1 visite odierne

di Portavoce Sindaco
“Voglio, intanto, esprimere un sincero ringraziamento a Don Sergio Groccia che per quasi un anno ha garantito le normali attività della parrocchia.” Così il sindaco Nicola Tenuta, ha iniziato il suo intervento in occasione dell’insediamento del nuovo parroco della chiesa dell’Annunziata. “Rivolgo, ha aggiunto, un caloroso benvenuto al nuovo parroco Don Francesco Sprovieri che avra’ il compito di reggere questa antica, importante e frequentata parrocchia. Benvenuto ad Acri, don Francesco, luogo ricco di tradizioni storico, culturali e religiose, vive ed autentiche, che costituiscono la nostra identità, il nostro senso di appartenenza e che consideriamo le nostre vere risorse. Benvenuto ad Acri, citta’ bella, ospitale, solidale e sempre attenta agli eventi religiosi, siamo certi che lei saprà guidarci, in cambio ti offriamo tanta buona volontà, collaborazione, disponibilità a percorrere insieme il cammino che lei vorra’ indicarci. Avrai molto da lavorare, ed anche tanto, ma stai tranquillo che non sarai solo in questo non facile percorso. Il caso vuole che l’insediamento di Don Francesco cade a quasi un anno dalla scomparsa del caro ed indimenticabile Don Luigi Basile che per ben 33 anni e’ stato alla guida di questa parrocchia vedendo crescere il paese e la nostra comunità, instaurando con tutti un rapporto di fiducia e di forte amicizia. Questa comunita’ e’ cresciuta avendo un punto di riferimento certo nel parroco e nelle attività della parrocchia e siamo certi che così sarà da oggi e per il futuro. La particolare situazione sociale che vive oggi anche la nostra citta’, le difficoltà economiche a cui sono chiamate le famiglie, chiedono un impegno quotidiano maggiore non solo delle istituzioni ma anche della chiesa, che e’ sempre stata un faro per i deboli e i disagiati. Siamo certi che Don Francesco riuscira’ ad intercettare i bisogni di questa comunita’ attraverso il dialogo, l’ascolto, la solidarieta’, valori fondamentali del vivere comune. Caro Don Francesco noi siamo pronti a questo cammino insieme, fiduciosi al tuo fianco, ti rinnoviamo il benvenuto nella tua nuova casa e nella tua nuova famiglia e desidero sin da oggi dichiarare il mio personale impegno e quello di tutta l’amministrazione comunale, a renderci disponibili, con spirito di servizio e di incondizionata collaborazione, a tutte le iniziative religiose, sociali, aggregative, che vorrai intraprendere.”

Lascia un commento

1
Ciao. Come posso esserti utile?
Powered by