ACRI : Novità sul fronte tributi R.S.U.

1,723 Visite totali, 2 visite odierne

Di Libera Associazione Cittadina Acrese

In seguito all’articolo pubblicato sul sito Acri In Rete di giovedì 05-02-2015, da parte della “Libera Associazione Cittadini Acresi”, la stessa è venuta a conoscenza solo oggi di “nuovi” fatti di rilevante importanza, e vuole giustamente effettuare una doverosa rettifica. Erroneamente veniva riportato nel medesimo la mancata attestazione da parte delle autorità sanitarie dello stato di emergenza vissuto dalla popolazione di Acri, in seguito alla presenza sul territorio di cumuli di rifiuti giacenti per le strade cittadine. Tale errata notizia è stata data nella più assoluta “buonafede” in quanto gli amministratori comunali hanno sempre negato, in ogni circostanza, l’esistenza sia dell’intervento sia del parere espresso dall’autorità sanitaria locale, di questo ci scusiamo nei confronti di tutta l’ASP di Cosenza, anche se non direttamente responsabili.
Risulta, infatti, che non una, non due, bensì quattro comunicazioni sono state inviate agli uffici comunali competenti, ovvero al responsabile ufficio sanitario, all’assessorato all’Igiene ed Ambiente, dott. Salvatore Ferraro, nonché al Sindaco dott. Nicola Tenuta, il quale quest’ultimo nella sua qualità di responsabile dell’osservanza delle norme in materia ambientale e di salute pubblica. Siamo dunque venuti a conoscenza, non dall’amministrazione comunale, che le informative dell’ASP di Cosenza, ufficio di Acri, sono state inviate rispettivamente nei mesi di febbraio, marzo, aprile e novembre 2014. In esse è stata certificata, appunto, la precarietà delle condizioni igienico sanitarie che potrebbero sfociare in problemi per la salute pubblica, invitando contestualmente il Sindaco a voler effettuare la bonifica del territorio.
Provvederemo, pertanto, tempestivamente a richiedere copia dei suddetti atti, sia presso gli uffici comunali, sia presso gli uffici dell’ASP di Cosenza, per le dovute verifiche di veridicità delle stesse notizie pervenute.
Tutto ciò per dovere della trasparenza e della correttezza che le istituzioni non mostrano.

Lascia un commento

1
Ciao. Come posso esserti utile?
Powered by