ACRI: Le Pera (PD), Sindaco e Giunta si Dimettano

2,250 Visite totali, 1 visite odierne

Nuovo attacco all’amministrazione comunale per il travagliato cartellone dell’Estate Acrese. Stavolta a scagliarsi contro l’esecutivo guidato dal sindaco Nicola Tenuta è Carmine Le Pera, segretario del circolo cittadino del Pd.
“L’amministrazione comunale – scrive Le Pera in una nota -ha fornito un’altra schiacciante prova di mediocrità e incapacità gestionale. E’ palesemente visibile agli occhi di tutti l’approssimazione e la superficialità con cui gli assessorati preposti hanno gestito il cartellone degli eventi estivi, organizzato per giunta in gran parte dalla buona volontà e dalla dedizione delle molte associazioni che lavorano costantemente e soprattutto in maniera del tutto gratuita sul nostro territorio; è stato imbarazzante e sconcertante assistere al continuo rimbalzo di responsabilità tra il manager e l’amministrazione.
Ci saremmo augurati – prosegue il segretario del Pd – anche per far rifiatare le attività commerciali, che il cartellone estivo potesse essere di attrazione e di richiamo per molti visitatori, che invece in molti casi sono stati delusi da eventi presenti in cartellone ed annullati senza preavviso. E’ persino accaduto la sovrapposizione di eventi nella stessa giornata e in piazze adiacenti e si è data l’impressione che la confusione e l’approssimazione della macchina amministrativa regnino sovrane.
Ovviamente il tutto fa da cornice a quelli che sono i reali e gravosi problemi in cui versa la nostra cittadina e di cui il sindaco Tenuta e l’intera amministrazione farebbero bene ad occuparsi”.
Per Le Pera, “è diventata insostenibile e vergognosa la situazione che quotidianamente si presenta al Cup di Acri, dove svariate persone sono costrette fin dalle 5 del mattino a stazionare davanti ai locali dell’Asp per aver accettate le prenotazioni delle indispensabili analisi mediche. E’ preoccupante vedere e assistere al continuo impoverimento delle prestazioni sanitarie offerte dal locale presidio ospedaliero. Su questi temi gradiremmo che ci fosse la massima attenzione e la massima allerta da parte dell’amministrazione comunale, ma siamo consapevoli che scarso e inesistente è il potere contrattuale presso l’ente regionale”.
Il segretario del Partito Democratico quindi invita “gli assessori e l’intera amministrazione a un bagno di umiltà e al riconoscimento del fallimento di un modello politico-amministrativo che questa cittadina non merita, rimettendo il loro mandato e favorendo quindi il ricambio con amministratori seri e capaci”.

Piero Cirino
Da “Il Quotidiano del Sud” del 27-08-2014.

Lascia un commento

1
Ciao. Come posso esserti utile?
Powered by