ACRI: La Famiglia di Giuseppe Reale dona un defibrillatore al Liceo

3,389 Visite totali, 3 visite odierne

Occhi lucidi, ma anche un sentimento di grande apprezzamento per la famiglia Reale – Falcone. Si sono vissuti momenti di grandi emozioni venerdì pomeriggio in una gremitissima sala conferenze del Liceo Classico e Scientifico “Vincenzo Julia”.
La famiglia di Giuseppe Reale, scomparso per una disfunzione cardiaca, nella scorsa primavera, nel sonno e senza che vi fossero stati segnali che potessero farlo supporre, all’età di soli 23 anni.
Una morte prematura e improvvisa, la cui eco è ancora vivissima, come ha dimostrato la straordinaria partecipazione, anche emotiva, alla manifestazione di venerdì.
E’ la dimostrazione di come si possa trasformare un dolore straziante in un formidabile propellente per far rivivere una persona cara attraverso azioni volte a far del bene.
L’occasione l’ha offerta il progetto “Salvaguardiamo il nostro cuore”, promosso dall’istituto scolastico.
In questa circostanza la famiglia Reale – Falcone ha ufficialmente donato alla scuola un defibrillatore, che, così come altri quattro, sono stati acquistati con i fondi ricavati dalle iniziative che la famiglia e gli amici di Giuseppe hanno sin qui promosso.
Gli altri verranno donati all’Istituto Tecnico “Giovan Battista Falcone”, all’Ipsia “Salvatore Crea” e ai Comuni di Santa Sofia d’Epiro e Guardia Piemontese.
Ermanno Reale, in un clima di grande commozione, ha spiegato il senso dell’iniziativa e ha avuto, ancora una volta, parole di profonda gratitudine per quello che gli amici di Giuseppe stanno facendo. Presenti anche la mamma, Assunta Falcone, il fratello Gianmarco e una nutrita presenza della famiglia.
Nel corso della manifestazione si è tenuto un convegno – dibattito sulle patologie cardiache e si è proceduto a una dimostrazione pratica del funzionamento di un defibrillatore.
Dopo i saluti di i saluti del Dirigente Scolastico, Prof.ssa Rosa Pellegrino, ha introdotto i lavori l’Ing. Saverio Biafora, responsabile del progetto; quindi gli interventi della Dott.ssa Maria Teresa Manes, cardiologa responsabile dell’Utic (Unità Terapia Intensiva Cardiologica) all’ospedale civile dell’Annunziata di Cosenza, e del Dott. Franco Boncompagni, cardiologo responsabile del progetto “Salviamo il cuore dei giovani”.
La dimostrazione del funzionamento del defibrillatore è stata tenuta da Michel Giuliano, Sales Manager Sud Italia Iredeem Philips e dall’Ing. Vincenzo Aloi, Agente Calabria Iredeem Philips.
I lavori sono stati moderati dal Prof. Mario Bonacci, Collaboratore Vicario del Liceo “Vincenzo Julia”.

Piero Cirino
Da “Il Quotidiano del Sud” del 07-12-2014.

Lascia un commento

1
Ciao. Come posso esserti utile?
Powered by