ACRI: Il Consiglio Comunale Venerdì Revocherà la Delibera del Dissesto

2,053 Visite totali, 3 visite odierne

Prima di andare sotto l’ombrellone, il consiglio comunale si riunisce per discutere e approvare un ordine del giorno ricco di argomenti.
Il presidente dell’assemblea, Cosimo Fabbricatore, ha convocato consiglieri e assessori per venerdì prossimo, nella sala consiliare del Palazzo Sanseverino-Falcone, alle ore 9:00. Seconda convocazione fissata per domenica 27 luglio, alle 10:30.
In agenda ci sono soprattutto la revoca della delibera con la quale il consiglio comunale nello scorso dicembre dichiarò il dissesto finanziario, il ricorso al piano di riequilibrio pluriennale, il cosiddetto predissesto, e il bilancio di previsione.
La revoca della delibera è possibile in seguito alla pronuncia delle sezioni riunite della Corte dei Conti, presso cui era ricorsa l’amministrazione comunale.
Undici i punti all’ordine del giorno: Delibera consiglio comunale n. 56, del 30-12-2013, avente a oggetto “Dichiarazione di dissesto finanziario del Comune di Acri conseguente all’accertamento della sussistenza delle condizioni previste dall’art. 244 del decreto legge 267/2000 effettuato con deliberazione della Corte dei Conti n.80, del 21-11-2013, depositata in data 05-12-2013 e trasmessa in data 09-12-2013. Sentenza della Corte dei Conti, Sezioni Riunite in sede giurisdizionale in speciale composizione. Annullamento per sopravvenuta inesistenza giuridica dei presupposti, in esecuzione del suddetto giudicato; Regolamento comunale per la disciplina dell’Imposta Unica Comunale (Iuc). Esame e approvazione; Determinazione e approvazione aliquota dell’Imposta Unica Comunale (Iuc), componenti Imu e Tasi; Determinazione e approvazione aliquota dell’Imposta Unica Comunale (Iuc), componente Tari per l’anno 2014; Addizionale Comunale all’Imposta sul reddito delle persone fisiche. Approvazione aliquota esercizio finanziario 2014; Verifica delle quantità e qualità di aree e fabbricati da destinarsi alla residenza, alle attività produttive e terziarie. Anno 2014; Programma lavori pubblici, triennio 2014 – 2016. Piano annuale 2014. Esame e approvazione; Relazione previsionale e programmatica al bilancio di previsione dell’esercizio finanziario 2014, bilancio annuale di previsione dell’esercizio finanziario 2014, bilancio pluriennale 2014 – 2016. Esame e approvazione; Riconoscimento della legittimità dei debiti fuori bilancio; Salvaguardia equilibri di bilancio per ripiano disavanzo di amministrazione e di gestione; Ricorso alla procedura di riequilibrio finanziario decennale.

Piero Cirino
Da “Il Quotidiano del Sud” del 21-07-2014.

Lascia un commento

1
Ciao. Come posso esserti utile?
Powered by