Acri-Articolo Uno MdP, sull’ospedale nostro atteggiamento costruttivo

Condividi l'articolo
  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    3
    Shares

Nei giorni scorsi, il consigliere di Articolo Uno MdP Mario Bonacci si è recato a Cosenza con il sindaco Pino Capalbo per incontrare il Direttore Generale dell’Asp, Raffaele Mauro, circa il futuro dell’ospedale cittadino. Ieri, con una nota, Articolo Uno MdP ha voluto precisare il senso dell’iniziativa.
“Dopo gli incontri con il Direttore Generale dell’Asp di Cosenza, Dott. Raffaele Mauro, con il Commissario ad acta, Ing. Massimo Scura – vi si legge -, Articolo Uno Mdp ha impresso un’accelerata ai procedimenti in corso, riguardanti la realizzazione dell’atto aziendale, dettata dalla preoccupazione per la lungaggine dei tempi prospettati”.
A tal proposito, “il sindaco, nella riunione tenutasi il 17 gennaio in Municipio, ha inteso concordare con tale preoccupazione. A seguire si è tenuta una riunione operativa con il Raffaele Mauro nell’ambito della quale il consigliere Mario Bonacci e il sindaco di Acri, Pino Capalbo, hanno portato al tavolo della riunione la sintesi delle proposte, che fanno capo all’atto aziendale elaborate in municipio”.
In aggiunta “è stata presentata “una proposta di convenzione con l’Hub di Cosenza, riguardante la possibilità di dotare il reparto di Chirurgia del nosocomio acrese di un chirurgo in più e poter effettuare interventi programmati di bassa e media complessità, allo scopo di ridurre i tempi di attesa. Tale proposta, scaturita dal lavoro sinergico all’interno di Articolo Uno MdP, risponde alle esigenze del territorio e nel contempo rilancia il reparto di chirurgia, che prima del dimensionamento vantava una capacità operativa efficiente ed efficace”.
Si è discusso, “inoltre, delle figure professionali dei medici anestesisti, figure previste nell’atto aziendale ma di fatto assenti. Sulla base delle informazioni in possesso, Articolo Uno, in un precedente comunicato, aveva denunciato l’assenza di tali figure nella convinzione che non fossero state richieste. In realtà dalla riunione è emerso che l’assenza di tali figure professionali non è imputabile a mancanza di volontà da parte del Dott. Mauro, ma alla difficile reperibilità di tali figure professionali”.
Il Direttore Generale “ha comunque trovato una momentanea soluzione assegnando 40 ore di prestazioni aggiuntive agli anestesisti operanti su Acri e sullo Spoke Corigliano-Rossano”.
In settimana il Dott. Mauro sarà ad Acri per verificare l’idoneità dei locali, che ospiteranno il reparto di lungodegenza e i tre posti Obi al Pronto Soccorso.
“I fatti – si legge ancora nella nota – dimostrano che Articolo Uno MdP non ha un mero ruolo di comparsa, ma si è adoperato e continuerà a farlo, attraverso i suoi rappresentanti, con proposte fattibili e non limitati a piccoli interventi interni mirati a soluzioni approssimative, che nulla hanno a che vedere con quanto previsto nell’atto aziendale”.

Da “Il Quotidiano del Sud” del 23-01-2018 Piero Cirino

885 Visite totali, 2 visite odierne

Lascia un commento